FANDOM


Cieco il ladrone

Cieco il Ladrone è il boss della Tana dei Ladroni. Nel Mondo della Luce egli a capo di una banda di ladri del Villaggio Calbarico, che divenne poi un demone servitore di Ganon, quando entrò nel Mondo delle Tenebre. Sin dal suo debutto nel mondo del crimine, era caratterizzato dalla sua avversione per la luce.

Biografia

Cieco il Ladrone assume le sembianze di una fanciulla, prigioniera nelle segrete della Tana dei Ladroni. Quando Link la "libera", lei lo segue chiedendogli di portarla "fuori" dal labirinto, solo per poi rifiutarsi di seguirlo quando cerca di uscire o di accedere alle zone illuminate. Se Link distrugge un pavimento crepato nella stanza sopra quella del Boss, si aprirà una voragine che verrà attraversata dalla luce di una finestra, facendola arrivare fino alla stanza sottostante. Quando Link conduce la "fanciulla" sotto la luce nella stanza del Boss, questa sarà costretta ad assumere le sue vere sembianze ed attaccare Link. Una volta sconfitto Cieco il Ladrone, Link potrà ottenere il cristallo contenente la quarta vergine.

Battaglia

Cieco il Ladrone combatte muovendosi orizzontalmente, con movimenti curvi, sputando palle di fuocoi in tutte le direzioni e raggi laser. Dopo aver subito diversi colpi, la testa di Cieco si separa dal resto del suo corpo e continuerà ad attaccare fluttuando per la stanza e continuando a sputare fiamme, mentre il corpo genererà una nuova testa. Il processo si ripetere una seconda volta, garantendo a Cieco il supporto di due teste che lo aiutino in battaglia.

Nel Palazzo Quadrispada, esclusivo del remake per Game Boy Advance, appare un Cieco dalla carnagione arancione, che prima della battaglia si fingerà lo Zio di Link e farà un discorso simile a quello che il vero zio gli fece prima di morire. Questa versione di Cieco il Ladrone, ogni volta che subisce abbastanza danni, rimane senza testa mentre questa diventa verde e vola per la stanza attacando Link, il tutto mentre il corpo rimane senza testa. Per sconfiggerlo, Link deve colpire col la spada la testa e farla rimbalzare verso il corpo, per rimetterla al suo posto. Il processo va ripetuto altre due volte, con una testa in più per ogni volta.

Vedi anche

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.